BLOG - Autotrasporti Contino

Autotrasporti Contino
Vai ai contenuti

Menu principale:

Autostrade del mare 2.0

Autotrasporti Contino
Pubblicato da in Mare ·

Confcommercio ha presentato “Autostrade del Mare 2.0-Risultati, criticità, proposte per il rilancio” , un progetto innovativo volto ad ottimizzare le catene di trasporto migliorando l’efficienza economica, ambientale e sociale, uno degli obiettivi più auspicati nell’ottica del rilancio del Sistema Italia. Molte le soluzioni prospettate, fra le quali modalità per favorire l’imbarco dei camion sulle navi per le medie e lunghe percorrenze e la possibilità di esentare dai divieti di circolazione festiva i mezzi pesanti che viaggiano secondo lo schema  strada-mare. Previste anche varie forme di incentivazione secondo vari obiettivi: ampliare l’offerta dei servizi rafforzando le linee esistenti e attivandone di nuove, vincolare i contributi all’effettiva sottrazione del traffico alla strada, e offrire elementi di sostenibilità delle soluzioni di trasporto proposte. Fra le richieste di Confcommercio anche un piano di riconversione dei motori dei traghetti  verso carburanti a minor impatto ambientale.



La Spezia: un modello di riferimento per la portualità italiana

Autotrasporti Contino
Pubblicato da in Porto ·

Un porto che ha tutte le carte in regola per competere con i grandi porti del Nord Europa, grazie alla sua posizione strategica e alla sua efficienza: si è parlato del “Sistema Spezia” ieri, mercoledì 28 maggio, presso la sede di Assolombarda a Milano, nel convegno “La Spezia: gateway – port per il Nord – Italia”, promosso dall’Autorità Portuale della Spezia, da Confindustria La Spezia e dalla LIUC – Università Cattaneo tramite il C – Log (Centro di Ricerca sulla Logistica), diretto dal prof. Fabrizio Dallari. Lo spunto nasce da un recente rapporto realizzato dal C – Log, che contiene una serie di riflessioni sul modello organizzativo del porto di La Spezia, diventato, nel breve volgere di due decenni, il secondo porto italiano per movimentazione di container (al netto dei porti di transhipment), con indici di produttività di assoluta eccellenza a livello europeo. Un’area, quella servita dal porto, che va da Cuneo a Treviso fino alla provincia di Varese, dove sorge la LIUC – Università Cattaneo e da dove provengono anche alcune delle aziende coinvolte nello studio per sondare le ragioni della scelta di La Spezia come porto di riferimento. Uno snodo fondamentale per tutto il Nord Italia, che consente alle merci sia in import che in export di arrivare in tempi più rapidi e a costi inferiori nei mercati di sbocco rispetto alle rotte che partono dai grandi porti del Nord Europa come Rotterdam, Amburgo, Anversa. Il porto spezzino si caratterizza inoltre per l’elevato utilizzo della modalità ferroviaria (oltre il 30% del traffico container entra/esce via ferro) e per la disponibilità nell’immediato retroterra di un’area a vocazione logistica (Santo Stefano di Magra), connesso direttamente con i terminal intermodali della Regione Logistica Milanese, il primo dei quali è Busto Arsizio. Questi importanti risultati sono il frutto di un modello organizzativo e gestionale consolidatosi nel tempo grazie al contributo e alla stretta collaborazione dei principali attori presenti nel sistema portuale: Autorità Portuale, Autorità Marittima, Agenzia delle Dogane, i gestori dei Terminal, le case di Spedizione, le Agenzie Marittime gli Spedizionieri Doganali.  Come evidenziato dai ricercatori del C-log a La Spezia  si configura un sistema basato sulla “comunità d’intenti” tra gli attori presenti, ossia su una stretta collaborazione, tra operatori portuali, dichiaranti doganali e compagnie di navigazione. L’insieme di questi fattori consente al porto di Spezia di rappresentare un modello di riferimento per la portualità italiana anche dal punto di vista della capacità di innovazione e efficienza nella gestione della fase doganale, sia in import, sia in export. Uno studio, quello del C – Log, che si basa sulla consolidata esperienza accumulata dal Centro non solo su tematiche di logistica in ambito produttivo o distributivo, ma anche nell’ambito dei sistemi di trasporto, con studi specifici come quello realizzato nel 2009 sul Porto di Gioia Tauro o con i contributi nell’ultimo Piano Nazionale dei Trasporti.



Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si riorganizza

Autotrasporti Contino
Pubblicato da in Trasporti ·

In vigore dal 23 maggio il decreto legge ( pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 8 maggio) che riorganizza il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che risulta strutturato in due diversi dipartimenti: uno dedicato alle infrastrutture e ai sistemi informativi e statistici, ed uno dedicato ai trasporti, la navigazione, gli affari generali e il personale. I due dipartimenti sono a loro volta articolati in sedici direzioni generali. Il dipartimento per le infrastrutture avrà sotto di sé le direzioni per lo sviluppo del territorio, la programmazione e i progetti internazionali; per l’edilizia statale; per la “condizione abitativa”; per le strade e le autostrade e la vigilanza e sicurezza nelle infrastrutture stradali; per la regolazione e i contratti pubblici; per le dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche; per la vigilanza sulle concessionarie autostradali; per i sistemi informativi e statistici. Al dipartimento dei trasporti, la navigazione, gli affari generali e il personale faranno capo invece le direzioni generali del personale e degli affari generali; per la motorizzazione; per la sicurezza stradale; per il trasporto stradale e l’intermodalità; per il trasporto e le infrastrutture ferroviarie; per i sistemi di trasporto a impianti fissi e il trasporto pubblico locale; per la vigilanza sulle Autorità portuali, i porti, il trasporto marittimo e vie d’acqua interne; per gli aeroporti ed il trasporto aereo. Nella struttura del Ministero anche il Comando generale delle Capitanerie di Porto, il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, nonché il Comitato Centrale dell’Albo Nazionale degli Autotrasportatori.



VOGLIO RICEVERE LE VOSTRE NEWS:

Iscriviti alla nostra newsletter per avere notizie importanti e offerte incredibili:

© Copyright 2009 - 2017 P.IVA e Cod.Fisc. 04977520875
ADDRESS:

Autotrasporti Contino srl
         'Sede :
Via Pietro Novelli , 194
95125 Catania Italia
ORARI

Lun - Sab:7:00 -19,30
SU RICHIESTA
​​       H 24
PRENOTARE (RA)+39 0544 456464
                     (CT)+39 095 281667

Email Address info@autotrasporticontino.com
Torna ai contenuti | Torna al menu